La paglia di riso, dopo l’essicatura sul campo, viene raccolta e imballata senza l’applicazione di ulteriori trattamenti né l’aggiunta di additivi. La compattezza è garantita grazie all’ausilio di due cordini in nylon.

Descrizione

Descrizione

La paglia di riso rappresenta il culmo della pianta del cereale una volta essiccata alla fine della sua maturazione. Si accomuna per composizione chimica al legno, essendo costituita principalmente da cellulosa, lignina, minerali e silicati.

Confezionata in forma prismatica precompressa secondo uno standard di raccolta consolidato nel tempo, risulta essere a tutti gli effetti un ottimo materiale per il conseguimento dell’efficienza energetica dell’edificio.
Il suo basso valore di conducibilità termica si traduce in una forte capacità isolante. Garantisce la perfetta traspirabilità delle pareti in cui viene impiegata, evitando fenomeni di condensa superficiale e assicurando un ottimo comfort negli spazi abitativi e un ambiente di vita più sano. E’ un perfetto isolante acustico oltre che un materiale biodegradabile che si rinnova annualmente e che non genera rifiuto. E’ semplice da gestire nell’utilizzo in opera e la sua cantierizzazione la accomuna agli altri materiali edili naturali. La sua energia grigia è di gran lunga inferiore rispetto a qualsiasi altro materiale utilizzato in edilizia e, grazie alla capacità di assorbimento di CO2, è in grado di ridurre le emissioni nell’atmosfera. Rispetto alle paglie derivanti da altri cereali, ha una più elevata resistenza alla marcescenza ed alla formazione di muffe, per merito della sua composizione chimica e dell’elevato contenuto di silice.

Documentazione specifica

Caratteristiche

Caratteristiche

Conducibilità termica

λ 0,039 (W/mK)

Resistenza alla diffusione del vapore acqueo

μ 3,09 (-)

Densità

120 (kg/m3)

Sfasamento*

23 (ore)

Calore speci co

1.900 (J/KgK)

Traspirabilità all’aria

995 (Pa.s/m2)

Reazione al fuoco (prova EN 1365-1)*

REI 120

* Valore calcolato su una parete intonacata con calce all’esterno e argilla all’interno

Applicazioni

Applicazioni

1. Raggiunge elevatissime prestazioni tecniche

La conducibilità termica pari a 0,039 W/mk consente alla paglia di riso di essere classi cata come materiale termoisolante. Possiede inoltre eccellenti caratteristiche come isolante acustico e, in associazione con il legno, un ottimo comportamento antisismico.

2. E’ un materiale sano e a basso impatto ambientale

E’ un materiale organico, naturale e anallergico. Migliora la qualità dell’aria di una abitazione in quanto non emette alcuna sostanza nociva come, ad esempio, la formaldeide. Combinata con intonaci naturali favorisce la traspirazione delle pareti, la regolazione dell’umidità e l’assenza di polveri.

3. Non consente la nidificazione dei roditori

L’elevata compressione consente una grande resistenza all’annidarsi dei roditori. La maggior parte dei sistemi sono costituiti da una doppia chiusura ad intonaco (3-4 cm) o mediante pannelli in legno, escludendo totalmente ogni problematica.

4. Non teme l’umidità

L’alto contenuto di silice inibisce la marcescenza. Usando la paglia con meno del 20% di umidità e con sistemi di chiusura permeabili si favorisce la traspirabilità evitando la formazione di condensa. Teme tuttavia l’acqua stagnante e necessità di essere protetta per mezzo di una copertura ed un adeguato isolamento da terra.

5. Non costituisce nutrimento per insetti

Non è un nutrimento per insetti, in quanto non contiene riso o altri tipi di nutrienti. L’elevato contenuto di silice (circa 81% in peso) la rende nociva per la loro alimentazione.

6. Non è infiammabile

Una volta intonacata con argilla internamente e calce esternamente, il suo valore di resistenza al fuoco è attestabile a REI 120. L’intonaco sottoposto alla amma non rilascia ossigeno che permetterebbe alla paglia di incendiarsi. In caso di contatto con la fiamma, grazie all’elevata compressione, carbonizza solo super cialmente.

7. E’ un investimento per il futuro

Le elevate prestazioni energetiche della paglia di riso consentono all’edificio realizzato con questo materiale di essere classificato come “passivo”. I costi di gestione per riscaldamento e raffrescamento sono estremamente ridotti. Un ulteriore risparmio si ha grazie alla prefabbricazione degli elementi costruttivi e ai ridotti tempi di cantiere.

8. E’ un investimento sull’ambiente

E’ un materiale da costruzione rinnovabile: solo nel Vercellese (zona di produzione) ogni anno vengono prodotte circa 52.000 tonnellate di paglia di riso, uno scarto solo parzialmente riutilizzato. La sua produzione e il relativo trasporto producono una quantità minima di biossido di carbonio.